| | |
Lungomare Cristoforo Colombo, 46 - Morciano di Leuca

Torre Pali

Anticamente conosciuta come “Marina di Sant’Antonio” per la presenza di una piccola chiesa voluta dai pescatori ed eretta in onore di Sant’Antonio, Torre Pali è oggigiorno una delle località turistiche più caratteristiche del Salento.

Anticamente conosciuta come “Marina di Sant’Antonio” per la presenza di una piccola chiesa voluta dai pescatori ed eretta in onore di Sant’Antonio, Torre Pali è oggigiorno una delle località turistiche più caratteristiche del Salento.

Quando si pensa a Torre Pali la prima immagine che viene in mente è quella della sua Torre di avvistamento, costruita nel XVI secolo da Carlo V come difesa dalle continue invasioni dei pirati turchi e saraceni. All’epoca la torre, a pianta circolare, si trovava sulla terraferma e si sviluppava su due piani con diverse finestrelle. Oggi invece a causa dell’erosione, risulta completamente immersa nel mare e dista almeno 15 metri dalla riva; la sua struttura inoltre, in seguito a diversi crolli, si è ridotta al suo unico basamento.

Lasciando la Torre sulla sinistra con la sua splendida spiaggia di sabbia dorata, è possibile raggiungere un porticciolo ospitante non più di un centinaio di piccole imbarcazioni. Qui è possibile incontrare i pescatori al rientro dalla loro battuta di pesca o intenti a cucire le proprie reti. Chi soggiorna a Torre Pali, oltre a godersi uno scorcio di mare Ionio stupendo, ha la fortuna di poter degustare dell’ottimo pesce fresco.

Superato il porto la vista lascia spazio ad una distesa di costa rocciosa bassa dove il mare diventa di color verde smeraldo ed in lontananza appare uno scoglio denominato “l’Isola della Fanciulla”.

La leggenda racconta che su quell’isolotto venne ritrovato il corpo di una fanciulla del posto, uccisa dal crudele pirata Dragut per essersi rifiutata di rinnegare la religione cristiana.

Torre Pali è indubbiamente una delle località del Salento dove alleggia maggiormente un alone di mistero e di fascino per via delle leggende che alimentano il suo territorio: Torre Pali è stata spesso preda delle incursioni dei turchi e dei saraceni, ma non solo. Leggende più antiche identificano Torre Pali con la leggendaria città di Cassandra, distrutta probabilmente da un maremoto circa duemila anni fa. Alcuni dolmen, tombe megalitiche e grotte rupestri testimoniano infatti la presenza di luoghi di culto in periodi molto antichi.

Torre Pali è da molti apprezzata per la qualità e pulizia del suo mare. Negli ultimi anni le Marine di Salve (Pescoluse, Posto Vecchio e Torre Pali) hanno infatti ottenuto l’importante riconoscimento della ‘Bandiera Blu’ di Legambiente.